Home

Documentazione disponibile

FAQ - Frequently Asked Questions


FAQ - Organizzazione dei corsi di studio


1. Che cos’è il DM 270/04 e quali sono i suoi obiettivi?
2. Le nuove lauree sono riconosciute in Europa?
3. Che cosa significa 3+2?
4. Che cosa si intende per corso di Laurea Magistrale a Ciclo Unico?
5. Cosa sono i crediti formativi?
6. Come si acquisiscono i CFU?
7. Come si conseguono la Laurea, la Laurea Magistrale e la Laurea Magistrale a Ciclo Unico?
8. Cosa significa “Corso di laurea ad accesso programmato (P)”?
9. Cosa significa “Corso di laurea ad accesso libero (L)”?
10. Che cosa sono i “Saperi minimi”?
11. Quali sono i requisiti di accesso per la Laurea Magistrale?



1. Che cos’è il DM 270/04 e quali sono i suoi obiettivi?

Risposta
È il Decreto che ha determinato l’attuale organizzazione dei corsi di studi introducendo il sistema detto del '3+2', con una laurea della durata normale di 3 anni ed una magistrale conseguita dopo un ulteriore biennio.
Per adeguarsi agli standard europei, pur mantenendo l'autonomia dei singoli atenei, ha introdotto il sistema dei crediti formativi (CFU) che determina criteri comuni di quantificazione di lavoro svolto da ciascuno studente al fine di non ostacolare gli spostamenti tra Università Europee.
Il Decreto prevede altresì, per ciascun corso, la verifica della preparazione iniziale dello studente.



2. Le nuove lauree sono riconosciute in Europa?

Risposta
In linea di principio, come si evince dal sito del MIUR, lo studente o il professionista che abbiano conseguito in Italia titoli accademici o professionali hanno diritto a vederli riconosciuti nel paese estero in cui si recano per ragioni di studio o di lavoro.
Le norme e le procedure che regolano il riconoscimento dei titoli accademici italiani all’estero sono diverse da paese a paese. Per facilitare la libera circolazione internazionale degli studenti sono stati istituiti centri di informazione sul riconoscimento dei titoli accademici conseguiti all’estero.



3. Che cosa significa 3+2?

Risposta
Con questa dicitura viene normalmente denominato il nuovo ordinamento universitario: Laurea + Laurea Magistrale (3+2).
Il corso di Laurea ha l'obiettivo di assicurare allo studente un'adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali, nonché l'acquisizione di specifiche competenze professionali.
Dopo il primo triennio si consegue la laurea; terminato tale percorso di studi lo studente può inserirsi nel mondo del lavoro o scegliere di continuare gli studi per un ulteriore biennio magistrale. L'obiettivo della laurea magistrale è, invece, quello di fornire allo studente una formazione di livello avanzato per l'esercizio di attività di elevata qualificazione in ambiti specifici.



4. Che cosa si intende per corso di Laurea Magistrale a Ciclo Unico?

Risposta
Sono i percorsi di studi della durata di 5 o 6 anni.



5. Cosa sono i crediti formativi?

Risposta
Il Credito Formativo Universitario (CFU) è "la misura dell’impegno di apprendimento, compreso lo studio individuale, richiesto ad uno studente in possesso di adeguata preparazione iniziale per l'acquisizione di conoscenze ed abilità nelle attività formative previste dagli ordinamenti didattici dei corsi di studio".
Ad ogni esame è attribuito un certo numero di CFU. Ogni credito corrisponde convenzionalmente a 25 ore di lavoro per studente. La quantità media di lavoro di apprendimento svolto in un anno da uno studente è fissata in 60 crediti.



6. Come si acquisiscono i CFU?

Risposta
Si acquisiscono al superamento della prova d’esame o di altre forme di verifica stabilite da ciascun ateneo, indipendentemente dal voto.



7. Come si conseguono la Laurea, la Laurea Magistrale e la Laurea Magistrale a Ciclo Unico?

Risposta
Per la Laurea lo studente deve aver acquisito 180 CFU comprensivi della prova finale.
Per la Laurea Magistrale lo studente deve aver acquisito 120 CFU comprensivi della prova finale.
Per la Laurea Magistrale a Ciclo Unico lo studente deve aver acquisito 300 CFU (per i corsi di 5 anni) o 360 CFU (per i corsi di 6 anni) comprensivi della prova finale.



8. Cosa significa “Corso di laurea ad accesso programmato (P)”?

Risposta
Il corso di laurea ad accesso programmato prevede un numero di posti limitato, vi si accede tramite il superamento di un test di ammissione e richiede l’obbligo di frequenza.
Le modalità, la data e i contenuti della prova di ammissione sono definiti annualmente nel bando di ammissione.



9. Cosa significa “Corso di laurea ad accesso libero (L)”?

Risposta
È un corso ad accesso libero che prevede, dopo l’immatricolazione, la verifica della preparazione dello studente.



10. Che cosa sono i “Saperi minimi”?

Risposta
Sono le conoscenze e competenze di base che vengono richieste allo studente per poter frequentare proficuamente il corso di laurea.
Durante l’anno vengono organizzati corsi per agevolare gli studenti nel recupero degli obblighi formativi aggiuntivi derivanti dal mancato superamento della prova. Certificazioni linguistiche, informatiche o cfu conseguiti tramite il Progetto Tandem possono esonerare lo studente dal sostenere, in tutto o in parte, la prova.



11. Quali sono i requisiti di accesso per la Laurea Magistrale?

Risposta
Ogni anno vengono pubblicati specifici avvisi per ogni corso che riportano i Requisiti di ammissione alle lauree magistrali.



© 2002 - 2017  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  Partita IVA 01541040232  |  Codice Fiscale 93009870234
Credits