UNIVR - Comitato Unico di Garanzia UNIVR per la sostenibilità ambientale
Con il patrocinio della Rete Università Sostenibili

Riusolidale: recupera, rigenera, riusa

RiusolidaleRecupera rigenera riusa

Riusolidale

 ATTENZIONE
A causa dell'elevato numero delle richieste pervenute e prese in carico, il servizio è momentaneamente sospeso
 

Il SERVIZIO DEL RIUSO SOLIDALE è un’opportunità offerta dall’Università di Verona alla comunità per il recupero di computer e altre strumentazioni informatiche, ancora utilizzabili e in buono stato, che vengono ceduti gratuitamente a favore di Pubbliche Amministrazioni, realtà associative senza scopo di lucro (associazioni, fondazioni, comitati), enti del terzo settore, nonché a favore di progetti umanitari nazionali e internazionali.

RIUSOLIDALE contribuisce a raggiungere i SDGs - Sustainable Development Goals dell’Agenda Onu 2030, diffondendo la cultura e le buone pratiche di sostenibilità all’interno dell’Ateneo e nelle relazioni con altri enti e attori del territorio, in modo da incrementare gli impatti positivi delle missioni istituzionali.

L'Università di verona metterà a disposizione i beni dismessi tramite un avviso alla comunità, secondo scansioni periodiche.

CARTA dei SERVIZI

1

Recupera

Recupera

Chi può accedere ai beni messi a disposizione dall’Ateneo

I beni dismessi dall’Università di Verona verranno messi a disposizione e ceduti a soggetti quali:

  • pubbliche amministrazioni,
  • enti senza scopo di lucro (ad es. associazioni, fondazioni e comitati),
  • enti del terzo settore (quali organizzazioni di volontariato; associazioni di promozione sociale, enti filantropici, imprese sociali incluse le cooperative sociali, organizzazioni non governative, etc.)

dando la priorità a destinatari del territorio provinciale e regionale.


2

Rigenera

Rigenera

Procedura per la richiesta dei beni

L’ente interessato può manifestare il proprio interesse all’assegnazione di beni compilando il modulo pubblicato di seguito.

Dovranno essere indicati:

  • nome, forma giuridica, scopo sociale e sede dell’ente,
  • motivo della richiesta (ad es.: allestimento aula didattica o spazi destinati all’espletamento della propria attività)  e destinatari finali,
  • numero delle unità di dispositivi richiesti (pc, monitor).

 

 ATTENZIONE
A causa dell'elevato numero delle richieste pervenute e prese in carico, il servizio è momentaneamente sospeso
Il modulo di richiesta verrà ripristinato in questa pagina non appena sarà possibile procedere con ulteriori richieste.  
 

A seguito delle verifiche svolte dall’Ateneo, il soggetto richiedente riceverà una e-mail di conferma, di integrazione di informazioni oppure di rifiuto motivato.

In caso di verifica positiva il soggetto dovrà inviare una richiesta formale su carta intestata, seguendo le indicazioni contenute nel documento [facsimile].
A seguito dell’accoglimento della richiesta verrà inviata una mail di conferma, contenente indicazioni sulle fasi successive.


Per ogni oggetto (o gruppo di oggetti) messo a disposizione dall’Ateneo viene attivata una apposita "coda di assegnazione"; non potendo garantire la pronta disponibilità dei beni specifici richiesti, l’ordine di priorità delle assegnazioni potrebbe essere soggetto a variazioni.
In caso di beni resi disponibili in quantità multiple, l'interessato dovrà segnalare la massima quantità di oggetti, giustificando le richieste che eccedano le 5 unità.

N.B. L’ATENEO NON SI FA CARICO DELLA CONSEGNA DEL MATERIALE.

Il ritiro dei beni avverrà presso le strutture universitarie, previa accordo su data e orario.
In caso di mancato ritiro, il materiale sarà reso nuovamente disponibile per una diversa assegnazione.


3

Riusa

Riusa

Condizioni, garanzia e idoneità all’uso

L’Ateneo si impegna a fornire attrezzature funzionanti, una volta ripristinate alle condizioni originarie del momento dell’acquisto (ivi compresa l'eventuale licenza OEM del sistema operativo nel caso fosse stato presente).
Trattandosi di beni non più coperti da garanzia di assistenza, i dispositivi verranno consegnati senza alcun obbligo di assistenza successiva da parte dell’Ateneo.
A partire dal momento del ritiro sarà responsabilità dell’ente garantire che l’oggetto assegnato permanga in buono stato di conservazione, manutenzione ed efficienza, e che rispetti i requisiti della normativa vigente, anche nel campo delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
Trattandosi di cessione a titolo gratuito di ogni diritto sul bene, l’assegnatario si impegna al successivo smantellamento, secondo la normativa vigente in materia di rifiuti speciali.

Riuso solidale - Campagna Zero Sprechi

Riuso solidale - Campagna Zero Sprechi
Riuso solidale - Campagna Zero Sprechi