Politiche di genere

Iniziative, organi e strumenti

Le politiche di genere dell’Ateneo di Verona sono rappresentate da una serie di iniziative, organi e strumenti per tutte le componenti della comunità universitaria.

Ci impegniamo:

  • a realizzare politiche di gender balance fra vita e lavoro e una migliore cultura dell’organizzazione,
  • a promuovere una corretta politica di reclutamento e di avanzamento nelle progressioni di carriera del personale di ricerca e amministrativo,
  • a evitare la segregazione orizzontale e delle asimmetrie di genere nei corsi di studio,
  • a contribuire a rimuovere le disparità salariali (gender pay gap) del mondo del lavoro.

Ci siamo recentemente dotati del primo Piano per l’equilibrio di genere - Gender Equality Plan (GEP) che si colloca nella visione globale delle politiche di genere attraverso un’interrelazione fra il Piano triennale di azioni positive del Cug, il Bilancio di genere e la Relazione annuale sui dati di genere e il Piano strategico di Ateneo.

Questa sinergia complessiva è volta a promuovere la rimozione sulle disuguaglianze di genere nei processi decisionali, favorendo l’eccellenza nella ricerca e nella didattica e implementando strategie innovative per correggere distorsioni e diseguaglianze, propone l’integrazione delle variabili sesso/genere nei programmi e nei contenuti di ricerca e di didattica, e realizza attività di formazione mirate alle singole componenti della comunità universitaria, nonché attività di orientamento e di placement, di terza missione e di public engagement

 

Documenti

Politiche di genere

Politiche di genere

Comitato Unico di Garanzia

Pari opportunità e benessere organizzativo

Istituito dalla Legge n.183/2010, il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni nel lavoro (CUG) sostituisce ed integra le funzioni del Comitato pari opportunità e del Comitato paritetico contro il fenomeno del Mobbing