STOP/ Campagna contro l’uso di un linguaggio violento e sessista

  dal 31 marzo 2021 al 30 aprile 2021

Violenza, bullismo, sessismo, sono atteggiamenti ma anche parole da combattere per abbattere le discriminazioni.
Parte proprio dalle parole la mostra itinerante “STOP/ Campagna contro l’uso di un linguaggio violento e sessista”, promossa dal Cug, il Comitato unico di garanzia dell’ateneo di Verona, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, per sensibilizzare sull’uso di un linguaggio corretto e rispettoso. Nei pennelli in mostra sono raccontati, attraverso le parole, gli atteggiamenti da condannare, come il bullismo, la molestia sessuale, la violenza di genere, e quelli da promuovere, come il linguaggio di genere (v. Linee guida), la body positivity, la parità retributiva.

A partire dal 31 marzo, i pannelli realizzati per la Campagna verranno spostati dalla Biblioteca Frinzi all'ingresso degli Istituti Biologici e all'interno della biblioteca Meneghetti. 
La mostra, fino a nuove disposizioni, sarà fruibile in presenza solo dalle persone attualmente autorizzate all’accesso nelle strutture universitarie, secondo le regole previste dalla normativa anti Covid-19.

Per raggiungere la parità e il benessere all’interno dei luoghi di studio, di lavoro e di ricerca è necessario prestare attenzione alle espressioni che si utilizzano e promuovere un corretto linguaggio. In questa prospettiva, l’Ateneo rilancia la mostra con una ulteriore campagna, dal titolo "Scegli il tuo linguaggio", offrendo la possibilità alla comunità universitaria di scaricarsi uno o più pdf dei lemmi positivi e negativi. In questo modo, ciascuna/o potrà realizzare autonomamente la propria mostra personale. 
Di seguito i file scaricabili in jpg.