Biblioteche e territorio

Attività di public engagement (convegni, seminari, presentazioni editoriali, mostre)

Le biblioteche di Ateneo (accorpate in Sistema Bibliotecario di Ateneo dal 2018) prestano, in particolare dai primi anni Duemila, grande attenzione alla loro Terza Missione, attraverso l’organizzazione di seminari, convegni, presentazioni di volumi, l’allestimento di mostre e la gestione di alcuni social che consentono al Sistema Bibliotecario di dialogare anche con le realtà del territorio. Si tratta di attività che hanno lo scopo di valorizzare, attraverso la condivisione e la diffusione all'esterno della conoscenza, i prodotti della ricerca o le linee d’indirizzo della ricerca stessa, per contribuire allo sviluppo sociale, culturale ed economico della società, rispondendo in pieno ai dettami dell'ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca). L’ANVUR ha infatti introdotto il concetto di Terza Missione come “apertura verso il contesto socio-economico mediante la valorizzazione e il trasferimento delle conoscenze”, includendovi iniziative dal valore socio-culturale ed educativo oltre alle attività di valorizzazione economica della ricerca.

Da quasi venti anni le due biblioteche centrali Arturo Frinzi (polo umanistico-economico-giuridico) ed Egidio Meneghetti (polo medico-scientifico-tecnologico) ospitano, anche in sinergia, attività promosse da personale docente e tecnico amministrativo, da studenti e studentesse, e da organi istituzionali come il CUG (Comitato Unico di Garanzia). Il lavoro viene spesso condiviso con l’Area Comunicazione della Direzione Comunicazione e Governance, in particolare con l’ufficio progettazione grafica ed eventi. L’apertura della Frinzi e della Meneghetti tutti i giorni dalle 8.30 alle 23.30 ha inoltre permesso una fruizione molto ampia delle esposizioni. Infine, vengono programmate visite guidate al complesso monumentale di Santa Marta. Tutte le attività sono a ingresso libero.

 

BIBLIOTECA CENTRALE ARTURO FRINZI 

Convegni, giornate di studio, seminari, presentazioni editoriali 

La Frinzi dal 2004 al 2013, ha ospitato diverse attività culturali all’interno dell’iniziativa Io scrivo tu mi leggi. Una volta conclusa quella fortunata esperienza, la biblioteca non ha interrotto la sua collaborazione con docenti, artisti e associazioni divenendo, di fatto, sede riconosciuta e richiesta per numerose presentazioni e esposizioni. La biblioteca accoglie seminari, giornate di studio, convegni internazionali e presentazioni editoriali, nella sala che è stata dedicata nel 2015 ad Alessandro Zanella, maestro stampatore (1955-2012), posta al secondo piano, a lato della sala consultazione. Un luogo particolarmente significativo in quanto sede della biblioteca monastica dei Minimi di San Francesco di Paola fondatori del convento e della chiesa oggi sede universitaria. Nella più ampia sala consultazione sono ospitati recital di poesia, concerti e spettacoli teatrali, ma l’intera biblioteca ha fatto da sfondo ad eventi quali Il dì dei diritti (2012), la maratona di lettura della Convenzione sui Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza organizzata per celebrare i ventitré anni dalla stesura, organizzata dal nostro Ateneo in cui molte le autorità si sono alternate nella lettura dei 54 articoli del documento ONU.

Mostre 

La biblioteca dal 2004 ha accolto numerose mostre nel duplice intento di porre l'attenzione da un lato su quanto prodotto dall'Università di Verona e dall'altro di evidenziare peculiarità culturali ed economiche del territorio veronese per favorire un fertile colloquio tra l'Università (e in particolare le sue biblioteche) e il territorio, ivi comprese Associazioni no-profit. Alcune esposizioni sono state progettate e realizzate direttamente dai bibliotecari, su tutte si ricorda Trenta: biblioteca Arturo Frinzi 1987-2017 esposizione fotografica e bibliografica per celebrare i trenta anni di vita della Frinzi nella sua attuale sede che ha portato alla pubblicazione, due anni dopo, del volume San Francesco di Paola, storia e contesto di un convento divenuto sede universitaria e la collaborazione con l’Ateneo nella produzione di mostre che dal 2016 al 2019 hanno inaugurato la fortunata esperienza della KidsUniversity. Molti artisti hanno lasciato alla biblioteca loro opere in segno di riconoscenza per l’ospitalità ricevuta.

Per info, richieste e proposte: Alessia.Parolotto@univr.it


 

BIBLIOTECA CENTRALE EGIDIO MENEGHETTI  


Conferenze, seminari, cineforum, incontri e dibattiti 

La biblioteca Egidio Meneghetti organizza mostre, presentazioni, seminari, conferenze, cineforum, incontri e dibattiti nelle aule e negli spazi degli Istituti biologici e all’interno della biblioteca stessa, articolata in ampie sale disposte su tre livelli. Nel corso degli anni la Meneghetti ha consolidato i rapporti di collaborazione con organizzazioni studentesche come il SISM (Segretariato Italiano Studenti in Medicina di Verona) e organizzazioni umanitarie come Medici senza Frontiere ed Emergency, con l’intento di arricchire le offerte culturali della Biblioteca. In passato si sono svolti cicli di proiezioni cinematografiche per approfondire tematiche di carattere medico e scientifico, di particolare interesse per la formazione degli studenti dell’Ateneo veronese, grazie anche al dibattito con esperti e docenti della nostra università. Tra le tante iniziative, si può citare Ebola: crisi dimenticata?, evento tenutosi nell’aprile 2017, molto partecipato e sviluppato in più punti, tra i quali l’intervento di Fabrizio Pulvirenti, medico infettivologo in missione in Sierra Leone con Emergency durante l’epidemia Ebola e noto anche come “paziente zero”, e la proiezione di Killa Dizez - vita e morte al tempo di Ebola, filmdocumentario ambientato sempre in Sierra Leone, prodotto e filmato da Nico Piro, giornalista inviato in aree di crisi e zone di guerra, che è intervenuto nella serata con un contributo video. Nel 2015, inoltre, è stata organizzata la rappresentazione dello spettacolo teatrale Farmageddon: l’ultimo uomo sano sulla Terra, con Mario Spallino, di forte impatto emotivo.

Mostre 

La biblioteca Meneghetti cura e collabora con associazioni e artisti per la realizzazione di mostre, soprattutto fotografiche e infografiche, per l’approfondimento e la lettura critica di tematiche medico-scientifiche quali la prevenzione, la bioetica, la salute pubblica, l’ambiente e lo sviluppo sostenibile, la difesa dei diritti umani, la sensibilizzazione su calamità naturali, epidemie e guerre. Sulle pareti della sala consultazione è allestita dal 2014 una installazione permanente, Uncountainable Art - visioni digitali di Matthew Watkins, artista canadese precursore della mobile digital art.

Per info, richieste e proposte: Lucia.Convertino@univr.it

 

Mostra dei manifesti