Per far crescere l'albero della ricerca abbiamo bisogno del tuo aiuto. Dona il tuo 5 per mille all'Università di Verona per sostenere la telemedicina e le attività territoriali dell'associazionismo studentesco.

Destina il tuo 5x1000 al nostro ateneo

Destinare il 5 per mille all’Università di Verona è semplice. Nella dichiarazione dei redditi inserisci il codice fiscale e firma nello spazio "Finanziamento della ricerca scientifica e della università".

Codice fiscale 93009870234

Il 5X1000 per i servizi di telemedicina e per le attività territoriali dell’associazionismo studentesco

Nel 2020 abbiamo chiesto di supportare il nostro ateneo nel riempire dei vuoti che la pandemia ha evidenziato ancora di più e grazie al vostro sostegno abbiamo potuto rafforzare la ricerca e il diritto allo studio.
Quest’anno chiediamo ancora aiuto per migliorare alcune eccellenze che già ci contraddistinguono e che in questo periodo di difficoltà, non solo sanitaria, è necessario siano ancora più sostenute.

Devolvi e fai devolvere il 5×1000 per incrementare i servizi di telemedicina che potranno migliorare l’assistenza clinica e di conseguenza la qualità di vita dei pazienti e dei loro famigliari, e per supportare maggiormente le attività territoriali dell’associazionismo studentesco.

Mai come durante la pandemia da Covid-19 si è resa chiara l’urgenza di strutturare la presa in cura del paziente attraverso la telemedicina.  La telemedicina è, in sintesi, un servizio - o meglio ancora la sommatoria di più prestazioni sanitarie - come la televisita, il teleconsulto medico, la teleconsulenza medico sanitaria, la teleassistenza e la telerefertazione, strumenti che hanno reso possibile, in questi mesi sempre più, l’assistenza specifica ai malati di Covid-19 e ai pazienti non Covid con necessità di monitoraggio costante, anche durante i periodi di lockdown.  

Nonostante la sua centralità sia chiara, sia per i pazienti che ne beneficiano e per i loro famigliari sia per il personale medico e sanitario che la eroga, la telemedicina rappresenta ancora oggi una realtà per poche strutture e servizi sanitari sparsi su tutto il territorio nazionale. Nel nostro Ateneo sono numerosi i team di scienziati, scienziate e medici che la utilizzano e che hanno investito in questa, in alcuni casi già a fine degli anni Novanta in tempi ben lontani dalla pandemia, consapevoli del suo valore, soprattutto per i pazienti fragili, con l’obiettivo primo di garantire loro una miglior qualità della vita.  

Accanto alla telemedicina chiediamo supporto per migliorare anche le attività delle associazioni studentesche che animano la vita del nostro ateneo. Associazioni e gruppi di studenti e studentesse nascono o proseguono ogni anno con attività culturali, sociali e di aggregazione grazie al contributo anche economico che riusciamo a dare. Contributo che non è, però, mai abbastanza e che grazie al vostro sostegno può aumentare dando la possibilità a più studenti e studentesse di partecipare da protagonisti e protagoniste alla vita universitaria.

L’associazionismo, infatti, permette a un ateneo di avere un tessuto culturale vivo e attivo cui dà un contributo fondamentale lo stesso corpo studentesco che grazie agli strumenti che l’organizzazione mette a disposizione può proporre iniziative, eventi e progetti rivolti soprattutto ai più giovani animando la vita accademica sotto forme nuove.

Fondi raccolti negli scorsi anni
Anno Fondi 5xmille
2019 € 85.388
2018 € 82.266
2017 € 81.415
2016 € 80.090

Come devolvere il 5 per mille

  • Compila la scheda per la destinazione del 5 per mille del modello 730, del modello CU (Certificazione Unica) oppure del Modello Redditi Persone Fisiche;
  • firma nel riquadro "Finanziamento della ricerca scientifica e della università"
  • indica il codice fiscale dell'Università di Verona: 93009870234.

 

modello 730

Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5 per mille. Per farlo è sufficiente compilare la scheda e presentarla in busta chiusa entro lo stesso termine di scadenza previsto per la presentazione della dichiarazione dei redditi modello REDDITI Persone Fisiche 2021 con le seguenti modalità:

  • allo sportello di un ufficio postale che provvederà a trasmetterle all'Amministrazione finanziaria (il servizio è gratuito), oppure
  • a un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (commercialista, CAF, etc.). Quest'ultimo deve rilasciare, anche se non richiesta, una ricevuta attestante l'impegno a trasmettere le scelte.

 

Sulla busta occorre scrivere: "scelta per la destinazione dell'otto, del cinque e del due per mille dell'Irpef" e indicare cognome, nome e codice fiscale del contribuente. La scheda deve essere integralmente presentata anche nel caso in cui il contribuente abbia espresso soltanto una delle scelte consentite (otto o cinque o due per mille dell’IRPEF). Inoltre, la scheda per la destinazione dell’otto, del cinque e del due per mille dell’IRPEF può essere presentata direttamente dal contribuente avvalendosi del servizio telematico.