Laurea in Scienze dell'educazione

Sede del corso: VERONA

CARATTERISTICHE E FINALITÀ
Il corso offre un percorso di studio caratterizzato da un insieme articolato di conoscenze e competenze finalizzate alla formazione dell'educatore professionale socio-pedagogico, come è definito dalla legge n. 205, del 27 dicembre 2017, ai commi 594-601. A tal fine il corso prevede apporti multidisciplinari, ritenuti necessari per la formazione di una professionalità che comprenda la conoscenza di un insieme di conoscenze relative ai presupposti teorici, ai fondamenti epistemologici e gli orientamenti metodologici e pratici inerenti alle problematiche educative relative alle diverse età della vita e alle differenti situazioni esistenziali. 
Il laureato sarà in grado di acquisire quanto è necessario per favorire i processi di sviluppo della persona nei vari contesti sociali e culturali, comprese le situazioni di disagio, mediante l'elaborazione, la realizzazione e la valutazione di progetti educativi coerenti. Sarà inoltre in grado di riconoscere e valorizzare tutte le risorse a sua disposizione, materiali e immateriali, a favore dei soggetti destinatari della sua attività. 
La competenze richieste saranno raggiunte attraverso l'articolazione dell'offerta formativa in due distinti curricoli: “Servizi educativi per l'infanzia” e “Servizi educativi di comunità”. I due indirizzi prevedono attività formative in parte comuni e in parte differenziate in rapporto ai diversi contesti di lavoro. 
A supporto della didattica tradizionale, il corso prevede la presenza di un tirocinio obbligatorio, da svolgersi prevalentemente nell'ambito del proprio curricolo e la partecipazione ad attività di laboratorio.

AMBITI LAVORATIVI
Il corso mira a formare educatori in grado di operare negli ambiti lavorativi correlati all'indirizzo scelto. Per gli studenti iscritti al curricolo “Servizi educativi per l'infanzia” l'ambito lavorativo prioritario è dato dai nidi d'infanzia. Per gli studenti iscritti a “Servizi educativi di comunità” gli ambiti lavorativi sono diversi: comunità educative di accoglienza di minori; centri educativi diurni per soggetti con disabilità; strutture di supporto per adulti in situazioni di marginalità e disagio, centri di animazione educativa per anziani. 

DALLA SCUOLA ALL'UNIVERSITÀ
Per accedere al corso è richiesta una preparazione culturale generale, comprendente in particolare conoscenze di carattere pedagogico, psicologico, filosofico e sociologico; la capacità di comprensione di testi e di argomentazione.

Il percorso di studio prevede per gli studenti il tirocinio obbligatorio di carattere professionalizzante e la possibilità di soggiorno all'estero secondo il programma Erasmus”. 

Per informazioni complete sul Corso di Studio è possibile consultare la Scheda Unica Annuale (SUA-CdS), pubblicata nella sezione "Documenti". La SUA-CdS contiene quattro sezioni pubbliche: Presentazione, Obiettivi della formazione, Esperienza dello studente, Risultati della formazione."

--------------------------------------------------------
LINEE GUIDA per gli studenti iscritti al CdS di Scienze dell'educazione:
1) Documento informativo sulla riorganizzazione delle TESI DI LAUREA

Conoscenze richieste per l'accesso - Saperi minimi (OFA)
Obiettivi formativi
Sbocchi professionali

Scadenza domanda

23 agosto 2017 Ore 23:59

Data prova ammissione

30 agosto 2017 Ore 10:00 Ore convocazione candidati: 08:30

Contributo per l'ammissione al concorso

€ 50,00
Referente del corso
Paola Dal Toso
Classi di laurea:
L-19 - Classe delle lauree in scienze dell'educazione e della formazione
Durata
3 anni
Accesso
programmato
Lingua
italiano
Gestione didattica
Didattica e Studenti Scienze Umane
PRIMA RATA:
€ 291,00
Per determinare l'importo della seconda e terza rata si veda il Regolamento in materia di contribuzione studentesca pubblicato al sito www.univr.it/benefici
ISCRIVITI
Posti disponibili:
n. 220 posti per cittadini comunitari e non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia;
n. 10 posti per cittadini non comunitari non compresi nella legge n. 189/2002 art. 26.