Home

Corso di Perfezionamento e di Aggiornamento Professionale Frodi aziendali: individuazione, contrasto e prevenzione.

Informazioni valide per l'Anno Accademico 2017/2018

Tipo di Accesso
programmato
Bando
Vai al sito
Posti disponibili
min. 12 - Max. 40 
Scadenza presentazione domanda
31-gen-2018  
Tasse e contributi
€ 1.716,00 


Presentazione

Le frodi aziendali sono un fenomeno patologico aziendale che hanno assunto connotati tutt'altro che trascurabili. Le cronache giornalistiche dell’ultimo decennio (si pensi agli scandali ENRON, MADOF, CIRIO o PARMALAT giusto per citarne alcuni), ci ricordano l’apice del fenomeno delle frodi aziendali, quando gli eventi per dimensione e gravità assumono una portata considerevole e divengono dominio pubblico. In realtà la natura, l’entità e le modalità di esplicazione delle frodi aziendali in danno delle società restano spesso confinate in una “zona grigia”, nella quale i contorni sono soltanto abbozzati, per una serie di concause (riservatezza, asimmetria informativa, impossibilità di azione, incertezza della pena, ecc.). Come riporta ACFE, la più prestigiosa associazione mondiale dei fraud examiner (www.acfe.com), nel suo REPORT to the Nations 2016, frutto di interviste ai Certified Fraud Examiner (CFE), le società di più rilevanti dimensioni accusano una perdita dovuta a frodi per circa il 5% del fatturato, per un valore complessivo stimato in oltre 6 miliardi di dollari, in media quasi 3 milioni per singolo caso, più di un milione di dollari di perdite nel 23% dei casi. Fra queste frodi cosiddette occupazionali (occupational frauds) l’appropriazione di beni da parte dei propri dipendenti e collaboratori è di gran lunga la frode più diffusa, oltre l’83% dei casi, con un valore mediamo delle perdite pari a 150.000 $. Alcune di queste frodi avvengono per grandi importi, altre per valori più limitati, dove collaboratori disonesti manipolano i rimborsi spese, i dati di fatturazione o di pagamento. Sul fronte opposto vi sono le frodi contabili e di bilancio, che pur pesando “soltanto” il 10% del totale hanno tuttavia un valore mediano di quasi un milione di dollari. Anche l’OECD, l’Organizzazione mondiale per la cooperazione e lo sviluppo economico, pur se con un focus differente, ha da tempo segnalato la necessità di azioni di contrasto verso alcuni tipi di frode, da quelle legati al commercio internazionale a quello del commercio elettronico, passando per quelle fiscali o di riciclaggio del denaro di provenienza illecita. In effetti quello delle frodi è un terreno comune a diversi tipi di illeciti. Oltre a quelli perpetrati in pregiudizio degli enti, per i quali svolgono la propria attività, dipendenti e collaboratori, vi sono anche quelli operati in pregiudizio della concorrenza, degli investitori finanziari, della privacy degli individui, dello stato o della collettività, frodi per le quali enti e società possono trarre anche ingiusto profitto o vantaggio. Le frodi internazionali in tema di imposizione diretta ed indiretta sono un esempio di trasversalità e trans nazionalità del problema, che si estende anche ad un altro illecito, quello della corruzione o concussione, sia negli enti pubblici che privati. Per tali reati la comunità internazionale ha da tempo raccomandato azioni di contrasto e mitigazione da parte dei singoli stati, sapendo che è all’interno delle singole organizzazioni che devono trovare applicazione gli schemi di individuazione e prevenzione più efficaci. Il corso di perfezionamento in “FRODI AZIENDALI: individuazione, contrasto e prevenzione” nasce per favorire la cultura del contrasto alle frodi, con un percorso studi mirato, interdisciplinare, supportato da qualificati docenti accademici oltre che da professionisti di comprovata esperienza. Esso si allinea alle best practices internazionali, grazie anche alla collaborazione con ACFE Italy, il chapter associativo Italiano di contrasto alle frodi che riunisce i CFE (certified fraud examiner) italiani ed alcuni network della revisione. Esso costituisce un ponte ideale per il sostenimento dell’esame internazionale di Fraud Examiner (www.acfe.com), distinguendosi nel panorama italiano per originalità di tematica e contenuti. (Si segnala che attualmente è l’unico corso di perfezionamento universitario in Italia con focus aziendale e contenuto generalista sulla tematica delle frodi aziendali).
 

Dettagli del corso

Durata anni:
0
Stato:
attivo
Tipo:
Corsi di perfezionamento
Sede:
VERONA


© 2002 - 2017  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  Partita IVA 01541040232  |  Codice Fiscale 93009870234
Credits