Home

Dottorato in Biotecnologie

Gestione didattica
Unità operativa Dottorati di Ricerca Nazionali ed Internazionali
Gestione carriera studenti
Unità operativa Dottorati di Ricerca Nazionali ed Internazionali

Durata
3 anni
Classe di appartenenza
DOTTORATI - Classe per i Corsi di Dottorato (Ateneo)
Organo di controllo
Collegio dei Docenti del Dottorato in Biotecnologie
Informazioni
Segreteria della Scuola di Dottorato di "Scienze Ingegneria Medicina"
Tipo
Dottorati di ricerca
Sede
VERONA
Scuola di Dottorato
Scienze Naturali e Ingegneristiche
Dipartimento di riferimento
Biotecnologie
Macro area
Scienze e Ingegneria

Obiettivi formativi

Le attività formative sono svolte interamente in lingua inglese.

Il dottorato in Biotecnologie fornisce al dottorando
  • le competenze, sia teoriche che sperimentali, necessari alla formazione biotecnologica;
  • gli indirizzi e le motivazioni necessarie affinché gli sforzi investigativi siano indirizzati anche su problemi applicativi rilevanti sia a fini metodologici che industriali o di rilevo per la sanità pubblica e/o l’ambiente.
Dato che in questo ambito di studi la ricerca fondamentale e quella applicata hanno la stessa dignità ed anzi trovano sinergie importanti e necessarie, Il corso di dottorato è stato organizzato in due curricula : “Biotecnologie molecolari industriali ed ambientali” e “Biotecnologie Applicate” in maniera da rendere chiara la scelta ai candidati su quale sarà il taglio complessivo a cui il loro progetto di tesi sarà indirizzato.
I dottorandi potranno in ogni caso avvalersi delle competenze dei docenti localizzati in entrambi i curricula e hanno la possibilità di scegliere un tutore aggiuntivo che possa fornire una visione critica complementare alla supervisione del progetto formativo.
 
Il curriculum in BIOTECNOLOGIE MOLECOLARI INDUSTRIALI ED AMBIENTALI prevede un reclutamento di candidati dotati di un'adeguata dimestichezza con le discipline di base quali matematica, fisica e informatica tale da consentir loro la corretta interpretazione dei fenomeni biologici fondamentali. Il corso di dottorato è chiamato a sviluppare e governare una solida formazione nelle discipline biologiche chimiche e tecnologiche caratterizzanti fra cui quelle chimiche, biochimico-molecolari, fisiologiche, microbiologiche e processistico-impiantistiche mirate allo sviluppo di sistemi produttivi basati sull'impiego di organismi ed alla ottimizzazione e gestione di processi molecolari e biochimici. L’insieme delle competenze presenti in questo curriculum consente la definizione di progetti formativi completi nel campo delle bio-energie e bio-combustibili sia da rifiuti civili e industriali sia da organismi fotosintetici. I dottori di ricerca si inseriranno in classi formazione nei seguenti ambiti: Scienze biologiche, Scienze e tecnologie agrarie, agroalimentari e forestali, Scienze e tecnologie chimiche, Scienze e tecnologie farmaceutiche, Ingegneria industriale.
 
Il curriculum in BIOTECNOLOGIE APPLICATE  fornisce le basi scientifiche e le esperienze di laboratorio necessarie alla attività di ricerca a carattere biotecnologico: da una parte, la formazione del ricercatore e/o operatore nel vasto e complesso settore delle biotecnologie applicate, e dall’altra l’acquisizione di competenze e capacità specifiche dell’Area di ricerca nella quale verrà svolto ogni singolo progetto. Le metodologie utilizzate sono fondamentalmente quelle della genetica, della biologia molecolare, della biochimica e della biologia applicata. Gli ambiti in cui potrà essere sviluppato il progetto di ricerca riguardano: esplorazione della struttura e della regolazione del genoma di organismi microbici, vegetali animali, ivi incluso l’uomo, al fine della conoscenza della loro funzione e/o dell’eventuale sviluppo di sistemi o metodi per la loro applicazione in campo biotecnologico; sviluppo di modelli per valutare gli effetti delle interazioni tra fattori ambientali e fattori genetici sull’incidenza e la prevalenza di malattie; studio del rapporto struttura/funzione di macromolecole di interesse biologico, anche allo scopo di ingegnerizzarle per migliorarne le caratteristiche ed aumentarne l’interesse industriale; qualità e controllo della sicurezza degli alimenti, applicazioni microbiologiche in campo agroalimentare, sviluppo di processi biotecnologici per il miglioramento delle piante di interesse agrario, sviluppo di prodotti biotecnologici innovativi mediante l’impiego di piante e di microrganismi per la salute umana e per la tutela ambientale. Il corse usufruisce di un rapporto esistente tra il mondo accademico e il territorio viticolo ed enologico veronese. I dottori di ricerca avranno qualificate competenze scientifiche di base trasferibili, nel breve-medio periodo, alla coltivazione della vite e all’industria enologica. Tale percorso è imperniato sulla partecipazione dei docenti a progetti di ricerca nazionali ed internazionaliriguardanti la caratterizzazione e l’analisi funzionale del genoma della vite e delle componenti microbiche presenti ed operanti nella filiera del vino; la individuazione dei sistemi genetici di risposta ai patogeni; lo studio dei parametri genetici e fisiologici che regolano la maturazione della bacca; lo sviluppo di microrganismi specifici nei mosti e nei vini base.
 



© 2002 - 2017  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  Partita IVA 01541040232  |  Codice Fiscale 93009870234
Credits