Corso di Perfezionamento in Programmi di esercizio fisico per la malattia di Parkinson

Sede del corso: VERONA

Il Corso si inserisce nel contesto scientificamente ben riconosciuto e validato del ruolo dell'esercizio fisico come strumento di prevenzione primaria, secondaria e terziaria per la salute, con particolare attenzione alle malattie neurologiche cronico degenerative. L’età media della popolazione in Italia è in costante crescita, con un incremento dell’aspettativa di vita fino a circa 75 anni. Ciò ha determinato un aumento della popolazione degli ultrasessantenni, incrementando pertanto l’incidenza delle patologie tipiche di questa fascia d’età. Tra le patologie associate all’invecchiamento, la malattia di Parkinson ha un peso epidemiologico rilevante. La malattia di Parkinson è una malattia neurodegenerativa, ad evoluzione lenta e progressiva, che coinvolge, principalmente, alcune funzioni quali il controllo dei movimenti e dell'equilibrio. Presente in tutto il mondo ed in tutti i gruppi etnici, si riscontra in entrambi i sessi, con una lieve prevalenza in quello maschile. L'età media di esordio è intorno ai 58-60 anni, ma circa il 5 % dei pazienti può presentare un esordio giovanile tra i 21 ed i 40 anni. Su questi assunti si basa il corso, la cui finalità è di fornire un quadro completo della malattia di Parkinson, dalla letteratura scientifica, alle linee guida internazionali, fino alla definizione della storia clinica della patologia, al fine di permettere al corsista di saper progettare, organizzare e gestire protocolli di attività fisica adattati sul singolo paziente. L'esperto potrà inserirsi in strutture pubbliche (azienda sanitaria locale, case di riposo, strutture riabilitative, centri diurni etc.) o private (centri fitness, centri riabilitativi, case di riposo etc.), presentando una propria competenza su programmi di attività fisica adattata per la salute, rivolti a persone con malattia di Parkinson. La possibilità di autonome iniziative imprenditoriali nel settore dell'attività fisica adattata.
 
 
OBIETTIVI FORMATIVI
Conoscenze: - inquadramento e storia clinica della patologia - linee guida internazionali per i programmi di attività fisica - teoria e metodologia per la valutazione, progettazione, organizzazione e gestione di programmi di esercizio fisico adattato - strumenti per la valutazione dello stato di salute del paziente, disponibili negli ambiti autorizzati all'intervento sui portatori di patologie croniche - organizzazione del sistema sanitario.
Abilità: - utilizzazione di un linguaggio condiviso con uno staff multidisciplinare - gestione della relazione con lo staff e con il paziente, nelle diverse fasi previste dall'iter valutazione-prescrizione-conduzione, con efficace suddivisione di compiti e responsabilità - adattare il programma di lavoro proposto al variare della condizione della persona (includendo lo stadio patologia, nuova cura farmaceutica, altri cambiamenti), grazie ad accurata attività di monitoraggio e valutazione.
Competenze: - capacità di inquadramento del soggetto affetto da patologia - progettare l'esercizio fisico in base allo stadio patologico e alla terapia farmacologica assunta dal paziente - individuare eventuali controindicazioni all'esercizio fisico, specifiche per paziente e stadio patologico - condurre i singoli interventi in maniera efficace e sicura, anche nel rispetto delle diverse peculiarità motorie, fisiche e psicologiche dei soggetti coinvolti

Scadenza domanda

28 febbraio 2018
Referente del corso
Silvia Pogliaghi
Classi di laurea:
CP - Classe per i Corsi di Perfezionamento (Ateneo)
Accesso
programmato
Lingua
italiano
ISCRIVITI
Posti disponibili:
Min. 6 - Max. 30