Master in Mediazione Familiare (I Livello)

Sede del corso: VERONA

Il diffondersi di comportamenti conflittuali – sia nella famiglia che nelle altre di sfere di vita quotidiana (come la scuola) – richiede l’intervento di professionalità elevate con la capacità di sapere elaborare strategie tese a contenere e/o risolvere la conflittualità, di mantenere un clima relazionale che non pregiudichi, in particolare, la continuità della relazione genitore-figli. Tali capacità e competenze sono espressamente quelle in possesso del mediatore familiare, una figura professionale ad elevato impatto sociale sempre più necessarie nella gestione e soluzione delle controversie soprattutto, ma non esclusivamente, in fase di separazione e divorzio e nella tutela degli interessi dei figli minori. Oggi i conflitti coniugali tendono ad acuirsi in modo sempre più violento, prova ne è il costante aumento delle esperienze di violenza domestica tra coniugi in particolare e nei momenti di separazione nello specifico. La mediazione familiare, allora, è un processo sempre più necessario per indirizzare gli adulti verso la conciliazione del conflitto e verso la riorganizzazione delle relazioni familiari in vista o a seguito di separazione/divorzio, il tutto con l’obiettivo prioritario di salvaguardare i figli e di mantenere la comune responsabilità genitoriale (ove possibile) dei coniugi. Il Master è costruito e proposto proprio per la formazione di una figura ad elevata professionalità come quella appunto del mediatore familiare. Inoltre, il Master si pone anche l'obiettivo di aggiornare e riqualificare le competenze professionali di professionisti (avvocati matrimonialisti) ed operatori (assistenti sociali, psicologi, educatori, ecc.) che trattano abitualmente temi connessi alla mediazione dei conflitti e al sostegno alla genitorialità. Il master intende offrire ai partecipanti le competenze e le conoscenze necessarie, in base alle indicazioni della “Carta europea della formazione dei mediatori familiari” che esercitano in situazioni di divorzio e di separazione (1992).
Le competenze fornite dal master sono spendibili non solo in studi o istituti di mediazione familiare, ma anche all’interno di servizi pubblici (sociali e sanitari: consultori, scuole di ogni ordine e grado, servizi sociali, cooperative sociali) e presso privati professionisti (studi di avvocati, di psicologi-terapeuti). La formazione di una figura specialistica, la qualificazione e/o riqualificazione di operatori del settore socio-sanitario ed educativo, la specializzazione di avvocati matrimonialisti (sin dalla fase del praticantato) e i contatti con il territorio permettono ai partecipanti di spendersi sul mercato del lavoro con maggiore efficacia e con prospettive più ampie. Nel caso di corsisti con una professione già avviata il Master permette di acquisire nuove capacità e competenze e permette di ampliare i target di utenti cui già si rivolgono. Il Master risponde alle Norme in materia di mediazione familiare, di riconoscimento e di disciplina della figura professionale del mediatore familiare, rispetto al possesso di un diploma o di un attestato professionale conseguito a seguito di partecipazione a master o corsi di alta formazione post-universitari in mediazione familiare, organizzati dalle università degli studi, da enti di formazione e da soggetti pubblici e privati che operano nel campo della formazione, da almeno cinque anni, accreditati presso il MIUR o presso le regioni territorialmente competenti. In tal senso, e già da prima della proposta contenuta nel disegno di legge, l’Aims (Associazione Internazionale Mediatori Sistemici) riconosce il Master qui in oggetto come percorso formativo per l’avvio al percorso di Mediatore Familiare

Paola Di Nicola, direttrice del Master

Scadenza domanda

15 dicembre 2017
Classi di laurea:
MASTER - Classe per i Master (ateneo)
Durata
1 anno
Accesso
programmato
Lingua
italiano
ISCRIVITI
Posti disponibili:
Min. 15 - Max. 20